Google+ Followers

giovedì 26 aprile 2012

Le mie origini

Io provengo da una di quelle belle famiglie numerose di una volta, a casa eravamo in 9 , genitori, nonni e 5 figli, la terza io.. si....proprio in mezzo come il prezzemolo.... da piccola mi ritrovavo sempre in cucina, gia all'età di 6 anni mi ritrovavo la domenica tra nonna e mamma a preparare la sfoglia, fare i ravioli e la pasta fresca in genere era una festa per tutta la famiglia :-) noi siamo tutte cuoche sopraffine....mia nonna faceva certi gnocchetti sardi che erano una meraviglia, non c'era domenica che non si preparasse la pasta, inutile dire che i miei giocattoli della mia infanzia non erano le Barbie....no erano i polli, si quelli da pulire e alla perfezione, a 10 anni già pulivo polli e pesci meglio di una comis navigata e preparavo le pancine da cucinare con le cipolle....e guai se mentre pulivo l'interno di un polletto mi si apriva la sacca del fiele...erano cavoli amari!!!!!!!!!!!  Avendo mio nonno un terreno dove coltivava le verdure e aveva i suoi animali avevamo sempre carne fresca, ogni domenica ci portava uno dei suoi polli, poi avevamo galline, conigli, quaglie , piccioni, colombe, fagiani maialini e quant'altro ci portava tutto fresco dal suo orto e le galline le portava vive in cucina e gli tirava il collo lui, personalmente, seduto su una seggiola impagliata proprio tra il lavandino e il grande finestrone con la luce che filtrava dal vetro e illuminava quella poverina che ancora non sapeva cosa le aspettava....prima la faceva un pò razzolare per la cucina e poi la prendeva per le zampe e la tirava su.... ma non le faceva male...vabbè poi le tirava il collo...ma velocemente.... uno strattone e lei, zac...uno strillo e la povera gallina era secca, con la lingua di lato e il sangue che goccialava dal becco...io nascosta dietro la porta che osservavo ogni volta la scena....la prima volta spaventata...poi sempre più divertita ....e poi si vedevano piume volare ovunque...ahahahah! a scuola mi chiedevano di fare l'imitazione della gallina quando nonno le tirava il collo, la facevo benissimo!!!!! macabro dite? beh forse, ma ero piccola e non mi rendevo conto! Nonno poi aveva un suo vigneto..... il vino di nonno...e chi se lo scorda più...vino fragolino buonissimo (quello che ora è vietato ) con nonna che lo strillava perchè me lo faceva assaggiare e nonna: "è piccolaaaaa non le dare il vino che è piccola"io invece come lei si girava...ahahah, poi nonno aveva anche il frutteto.... le ciliege avevano un altro sapore, me le ricordo ancora piccole e rosse, saporitissime....quando andavamo in campagna al terreno ci divertivamo a dare da mangiare ai conigli ed io e i miei fratelli avevamo imparato a fare delle piccole trappole con le spighe di grano pulite e con quelle catturavamo le lucertole.... e poi le tiravamo addosso a mamma che urlava dallo spavento....ahahaha poi però si liberavano! Papà poi  all'epoca aveva la macelleria e i salumi li facevamo noi in casa, le salsicce, la soppressata, la nduia....mamma mia solo al pensiero mi viene fame.....che bella la mia infanzia...non posso proprio lamentarmi.... poi è tutto cambiato, la macelleria è stata chiusa , il terreno venduto..... ma i ricordi, quelli quelli ci sono tutti e la terra, si la terra fa ormai parte del mio cuore....adoro la campagna!!!!!!!! ecco perchè amo cucinare, amo i cibi freschi, le cose genuine, le verdure del mio orto ( i miei hanno ricomprato un pezzo di terreno) non ci posso andare spesso ma quando ci vado è sempre una festa!!!!!! amo la natura e adoro cucinare!!!!!!!!!!!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento