Google+ Followers

Aforismi sulla cucina ...tratte da Aforismario



Il piacere della tavola è di tutte le età, di tutte le condizioni sociali, di tutti  i paesi e di tutti i giorni; può associarsi a tutti gli altri piaceri, e resta ultimo a consolarci della loro perdita.
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825

La cucina è l'arte più antica, perché Adamo è nato a digiuno.

Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825

La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella.
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825

Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto.
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825
La cucina è diventata un'arte, una scienza nobile; i cuochi sono dei gentiluomini.
Robert Burton, Anatomia della malinconia, 1621
 
Una donna che sa fare la pasta a regola d'arte ha un prestigio che resiste anche oggi a qualsiasi altro richiamo dei tempi.
Sofia Loren, In cucina con amore, 1971
 
Il cibo è simbolo della sicurezza, assieme al tetto che ci ripara.
Sofia Loren, In cucina con amore, 1971

I baci non durano; saper cucinare sì!
George Meredith, La prova di Richard Feverel, 1859
 
Cucinare è come amare... o ci si abbandona completamente o si rinuncia.
Harriet Van Horne

Il cibo è la forma più primitiva di conforto.
Sheila Graham, Uno stato di calore, 1972

Nessun essere umano indifferente al cibo è degno di fiducia.
Manuel Vázquez Montalbán, Tatuaggio, 1977

È preferibile un cibo anche un po’ nocivo ma gradevole, a un cibo indiscutibilmente sano ma sgradevole.
Ippocrate di Cos, Aforismi, V-IV sec. a.e.c.


Che il tuo cibo sia la tua unica medicina.

Ippocrate di Cos, Aforismi, V-IV sec. a.e.c.

Troppo cibo rovina lo stomaco, troppa saggezza l'esistenza.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Solo chi non ha fame è in grado di giudicare la qualità del cibo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Non c'è amore più sincero di quello per il cibo.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

Tutta la storia umana attesta che la felicità dell’uomo, peccatore affamato, da quando Eva mangiò il pomo, dipende molto dal pranzo.
George Gordon Byron
Tutto quel che non si mangia, fa bene alla salute.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979
Mangia poco a pranzo e meno ancora a cena, che la salute di tutto il corpo si costruisce nel laboratorio dello stomaco. 
Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, 1605/15
La società è composta di due grandi classi: quelli che han più roba da mangiare che appetito, e quelli che han più appetito che roba da mangiare.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)
Il piacere dei banchetti non si deve misurare dalle ghiottonerie della mensa, ma dalla compagnia degli amici e dai loro discorsi.
Marco Tullio Cicerone, Cato Maior de senectute, 44 a.e.c.
Devi mangiare per vivere, non vivere per mangiare.
Cornificio, Retorica ad Erennio
Qual è il momento migliore per la cena? "Se uno è ricco, quando vuole, se uno è povero, quando può". 
Diogene il Cinico, in Diogene Laerzio, Vite dei filosofi, III sec.
L'uomo è ciò che mangia.
Ludwig Feuerbach, Blätter für literarische Unterhaltung, 1850
C'è molta verità nel detto che l'uomo diventa ciò che mangia. Più grossolano è il cibo, più
grossolano sarà il corpo.
Mohandas Gandhi, Harijan, 1933/1948
Una buona cena porta alla luce tutti i lati più teneri di un individuo. 
Jerome Klapka Jerome, Pensieri oziosi di un ozioso, 1886
Colui che non si preoccupa di quello che mangia non saprà preoccuparsi di nient'altro.
Samuel Johnson, in James Boswell, Vita di Samuel Johnson, 1791 
Detesto l'uomo che manda giù il suo cibo affettando di non sapere che cosa mangia. Dubito del suo gusto in cose più importanti.
Charles Lamb, Saggi di Elia, 1823

Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.
Virginia Woolf, Una stanza tutta per sé, 1929