Google+ Followers

Foto assieme agli Chef incontrati nel mio cammino come cuoca

Col grande Chef 7 stelle Michelin e amico Bruno Barbieri
Che dire di Bruno Barbieri se non che è un grandissimo uomo e un altrettanto grandissimo Chef, con i suoi anni di esperienza maturati alle spalle, la sua continua voglia di ricerca e di grande passione nei confronti della cucina è un esempio per tutti per come si dovrebbe far cucina in Italia, la sua simpatia contagiosa, il suo esser sempre il ragazzo di Medicina quasi dimenticando la sua fama lo rende irresistibile ed è ormai diventato il beniamino di grandi e piccini, soprattutto i giovani lo vedono come un punto di riferimento , mi auguro che attraverso la sua cucina, i suoi insegnamenti possa nascere un futuro di piccoli chef che sanno cucinar bene e non faccian Mappazzoni , come direbbe il caro Bruno.
Toque firmata dal grandissimo Heinz Bek del ristorante "La Pergola" di Roma presso l'Hotel cavalieri Hilton


Assieme al grande Heinz Beck
      

Esperienza straordinaria, entrare nelle cucine de La pergola è stato come essere all'interno di una camera operatoria, la pulizia innanzitutto, tutto brillava e niente era fuori posto, ogni cuoco con la sua impeccabile divisa e la toque e tutti erano intenti a preparare con lo Chef in prima linea che controllava ogni singolo ingrediente, assaggiava ogni salsa, sistemava di sale, aggiungeva o toglieva finchè tutto non fosse perfetto e seguisse gli standard da lui prefissati! Alta cucina e professionalità, le sue mani chirurgiche con la meticolosità e la perfezione di un orologiaio svizzero facevan si che tutto dovesse andare esattamente dove era destinato che fosse.... e il gusto di ogni piatto era una vera esplosione in bocca e lasciava estasiati tutti i sensi! Un piatto in partticolare mi ha colpito.... in una ciotola veniva versato come sotto piatto dei granelli di ghiaccio secco che poi venivano al momento del servizio a tavola irrorati di una miscela di acqua e gocce di essenza di eucalipto.... al centro il piatto con il pesce servitito come al solito in grande stile, la persona che aveva di fonte il piatto vedeva questa magnificenza circondata da un candido fumo dalle essenze balsamiche che non solo gli rinfrescava le vie respiratorie aiutandole a liberarsi ma lo aiutava in questo modo a gustare al meglio la complessità del piatto che già di per se era da mangiar con gli occhi; una polverina rosa apparentemente decorativa messa di lato era invece della polvere disidratata di melograno che una volta toccate le papille gustative sprigionava tutto il suo intenso e fresco sapore dando al pesce una maggior consapevolezza del suo essere sublime.


 Con lo Chef Filippo La Mantia.          L'esperienza avuta con la cucina di questo grandissimo professionista siciliano è stata molto soddisfacente. Ci ho messo non poco per riuscire ad orientarmi all'interno delle  cucine del suo ristorante all'interno dell'Hotel Majestic in quanto sono quasi da definirsi un labirinto perchè collegate tra loro da scale e cuincoli vari, il ciò rende tutto ancora più stimolante una volta entrati nella loro cucina, perfetta in ogni angolo, la sua brigata di cucina capitanata da Simone è all'altezza delle aspettative prefissate, alta professionalità, precisione e pulizia del tocco fanno si che ogni piatto esca come un piccolo capolavoro pronto per essere gustato, la brigata lavora in perfetta armonia e in sincrono, quasi fossero tutti ingranaggi ben oliati di un unico meccanismo e il risultato è una serie di piatti pieni di gusto e stile, la ormai leggendaria caponata ne è esempio, ogni singolo ingrediente è meticolosamente selezionato e freschissimo e in bocca resta persistente un piacevole ricordo di melazana anche dopo aver gustato e finito il piatto, la voglia di fare il bis è scontata.  
Assieme allo Chef Davide Scabin, la sua cucina è a dir poco spaziale....ogni suo piatto ti trasposta in un universo parallelo in cui il gusto si trova al primo piano, lui riesce ad accontentare tutti i tuoi sensi e obbliga la tua mente ad intraprendere viaggi attraverso il gusto e la sua cratività è tale da indurti a pensare che nella sua testa ci siano tante persone perchè è talmente vasto il suo sapere da non esser paragonabile a quello di una singola persona.
Con lo Chef Massimo Bottura

Con lo Chef Moreno Cedroni

Assieme allo Chef Gennaro Esposito

Con la Chef Viviana Varese




Gruppo formatosi in occasione della serata di beneficenza a favore della locanda dei Girasoli (a partire dalla lla prima toque bianca) con gli chef: Massimiliano Cavalca, Lucia Tellone, Gian Franco Zedde, Jean Marc Esposito, Franco Ruggero e Francesco Gallo
Con lo Chef  Daniele Persegani e il produttore televisivo Giampaolo Trombetti (ALICE TV)
Assieme allo Chef Daniele Persegani durante una pausa del programma "Casa Alice" in onda su Alice tv
Assieme ad Andy Luotto ormai votato all'alla sacra arte della cucina , simpatico ed originale come ogni suo piatto
Con lo chef napoletano Francesco Apreda
Assieme al gran Maestro di Cucina ed Executive Chef Michele D'Agostino
con lo Chef Andrea Mainardi che potete vedere ogni lunedì durante il programma di  Rai 1 "La prova del cuoco" astro nascente della cucina e grande sperimentatore!
Con lo Chef pasticcere Luca Montersino....ogni sua creazione dolciaria ci fa ricordare che bisognerebbe essere tutti più buoni....proprio come i suoi dolci!

Con lo Chef Alessandro Circiello presso la Federazione Italiana Cuochi 











Nessun commento:

Posta un commento